Nostra Signora delle Grazie


Vai ai contenuti

San Ginesio MC

Licei > Iniziative

Da Nizza a San Ginesio (Macerata)
a distribuire pasti ai terremotati

Il prof. Forin con Costanza, Chiara, Paola, Agnese, Valentina, Daniele, Viviana, Daniele dal 28 al 30 gennaio sono stati a San Ginesio per trascorrere un fine settimana all'insegna del servizio e della solidarietà nei confrontri dei terremotati.

Hanno prestato il loro servizio con piccoli lavori manuali e il servizio nella mensa locale.


I nostri ragazzi hanno trovato 1,7 mt di neve...

IndietroPlayAvanti

Dai nostri inviati a San Ginisio: Questa è una fotografia di un affresco di un Cristo crocifisso, era in una chiesa. Il torace è attraverssato da una crepa, ovviamente causata dalle scosse di terremoto.

Scrivono di noi...

La Stampa, 27 gennaio 2017

L'Ancora, 5 febbraio 2017, pag 45

ELISA SCHIFFO, NIZZA

Hanno pelato le patate, servito i pasti, lavato i piatti, messo in ordine la dispensa, aiutato la Protezione civile a scaricare pacchi e a pulire. Ma soprattutto hanno regalato un sorriso alle persone che, con il dolore nel cuore, non si sono mai perse d’animo.

Trasferta nei paesi terremotati del centro Italia per otto studenti e un professore di Nizza che hanno fatto le valigie per San Ginesio, un Comune di poco più di tremila abitanti poco distante da Macerata, nelle Marche.

RICHIESTA DI AIUTO
«Abbiamo risposto alla richiesta di aiuto di alcuni abitanti e amministratori del paese. Per fortuna il borgo non è stato completamente devastato dai crolli anche se è inagibile per il 70% e necessita di importanti interventi di messa in sicurezza – racconta il docente di religione Marco Forin promotore dell’iniziativa, che ha accompagnato i ragazzi –. La protezione civile in particolare è stata colpita dal lavoro e dalla disponibilità degli studenti. Un primo esperimento che vuole diventare l’inizio di un piano di collaborazione più ampio».

LAVORO SUL CAMPO
Un’esperienza sul campo altamente formativa. «Ci siamo occupati principalmente di aiutare a preparare e servire i pasti nell’ostello in cui alloggiavamo – racconta Danilo Bussi, uno degli studenti di quarta e quinta dell’Istituto Nostra Signora delle Grazie coinvolti nel progetto di solidarietà – c’erano ancora 80 sfollati, prima erano mille. Tutti gli altri sono già stati smistati in strutture antisismiche o a casa di parenti. La cosa che più colpisce è come la gente non si sia mai persa d’animo e continui a lavorare e a rimboccarsi le maniche senza mai fermarsi».

Gli studenti si sono fermati nelle Marche per una settimana, se necessario sono già pronti a ripartire. Intanto hanno raccontato la loro esperienza in un reportage con tanto di documentazione fotografica e di testimonianze. Sono: Costanza Olivero, Chiara Molinari, Paola Berruti, Agnese Mancino, Daniele Becuti, Danilo Bussi, Valentina Grippo,Viviana Porta.

Cf http://www.lastampa.it/2017/02/04/edizioni/asti/da-nizza-a-san-ginesio-gli-studenti-di-nizza-in-trasferta-dai-terremotati-zBU5oZyv4YnPJDiD9ewiyK/pagina.html


Torna ai contenuti | Torna al menu